Doccia fredda sui bollori dei due sindaci

Gagliato, Trasversale delle Serre

Gagliato, Trasversale delle Serre

 Complimenti a Domenico Aspro che si non lascia trascinare dai facili entusiasmi fondati sulle nuvole, e non gli si riscalda la fantasia stradale. Continuo, io, a non capire  cosa ci sia da rallegrarsi che l’ANAS prometta l’apertura di quel miserabile chilometro non d’estate quando servirebbe, ma a settembre. I sindaci, e non solo i due in parole, tutti i sindaci della Valle dell’Ancinale, dovrebbero elevare alta e forte la loro protesta, altro che farsi menare per il naso da chiacchiere. Invece, o muti o collaborazionisti!

 Quante decine e decine di volte l’abbiamo sentito, e non solo da politicanti e sciacqualattughe e giornalisti della domenica, no, da funzionari dell’ANAS, importanti, qualificati! Quante dichiarazioni, da Soriero con il dito “Lo sviluppo è avviato” e l’ignobile svincolo di Argusto, all’ultimo convegno a Chiaravalle con il megadirettoregalattico: tutte bufale tanto bufale che non ci sono tante bufale in tutto il Cilento dai tempi in cui i Longobardi le portarono!

 Dice bene, Aspro: Gagliato sopporterà un’altra estate (secondo me, anche l’estate 2016, 2017… ); passeranno ancora a stento due auto dalla strettoia della chiesa; si rischieranno gli incidenti; l’inquinamento volerà come farfalle. E i due sindaci, invece di adirarsi come tori, si lasciano lisciare come ovini, e si bevono le spiegazioni da pretura.

 Cos’ho capito, io? Che per la centesima volta l’ANAS ha beccato (caso o no?) una ditta di perecottari, che non ha i soldi per le ringhiere; oppure è l’ANAS che non ha i soldi per pagare la ditta? O c’è qualcosa di molto più grave? Fuori la verità, quella vera! Io lo chiedo da decenni: invece i due sindaci, mici mici, anime miti, tracannano i sofismi avvocateschi dell’ANAS, e se ne escono con proclami e bollettini della Vittoria tipo Diaz nel 1918!

 A Pitaro hanno fatto il mezzo metro che gli serviva per la prossima campagna elettorale; a Sgro manco quello, solo cartelli offensivi, poi coperti a lutto.

 Nel XIX secolo un antropologo da strapazzo, Cesare Lombroso, affermò che i Calabresi siamo violenti per biologia. Non aveva capito niente, il poveraccio: siamo paciosi come conigli, e ci pagano in belle parole.

 Congratulazioni, cittadini di Gagliato: beccatevi altri mesi di gas di scarico! A parte che a settembre l’ANAS s’inventerà qualche nuova scusa, e troverà subito un volenteroso avvocato difensore d’ufficio.

Ulderico Nisticò

ARTICOLO CORRELATO
Nota del vicesindaco di Gagliato, Domenico Aspro

ALTRI ARTICOLI

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *